Info Consorziate

La COOPERATIVA CAD ARRIVA PRIMA CON L’HOUSING SOCIALE

Al via innovativo progetto con Coos Marche e Labirinto di Pesaro

Housing sociale e contratto di rete: sono questi gli ingredienti di un innovativo progetto – riportato anche dal Sole 24 Ore – di cui è capofila la cooperativa sociale CAD onlus di Forlì, insieme alle cooperative Coos Marche e Labirinto di Pesaro. Il contratto di rete permetterà di dare vita
a un fondo immobiliare chiuso, partecipato da cooperative sociali, di abitazione, di progettazione e da operatori immobiliari privati.
In questo modo si è creata una filiera composita di attori privati e del terzo settore interessati a condividere e gestire le diverse competenze.

Clicca qui per appronfondire la notizia

Cooperativa Sociale VERDEAQUA NUOVI ORIZZONTI – L’AQUILA – Comunicato Stampa

«La paura più forte è quella di non riuscire a recuperare il perduto, soprattutto in ordine alla coesione sociale, osservando la grave dispersione della popolazione, la mancanza di punti di aggregazione dei giovani prima rappresentati dal centro storico, l’emarginazione delle persone anziane e svantaggiate», ha esordito così Sandra Giordani, presidente della Cooperativa sociale Verdeaqua Smile, aprendo il seminario “Lo sport tra cultura e salute” tenutosi questa mattina nell’Auditorium Sericchi. L’iniziativa odierna segna la conclusione di un progetto che attraverso necessità e sentimenti ha saputo unire storia, teatro e sport per avvicinare i giovani ad anziani e persone svantaggiate per ricreare un piccolo tessuto sociale nel nostro territorio.

Allo sport, che come ha detto Walter Capezzali «va letto come scuola di vita», è stato riconosciuto il merito di incidere profondamente sulla formazione della personalità, favorendo lo sviluppo delle potenzialità fisiche e psichiche, l’affermazione dell’originalità e creatività, contribuendo a sviluppare il senso di responsabilità, lo spirito di cooperazione e autocontrollo e il rispetto delle regole, migliorando i rapporti interpersonali e favorendo la socializzazione e la capacità di inserirsi nei gruppi. Come ha ricordato la presidente Giordani «I campioni non si fanno nelle palestre, ma con qualcosa che hanno nel loro profondo: un desiderio, un sogno, una visione». Cuore del progetto è stata la mostra su Arcangelo Tuccàro, esposta nel centro sportivo Verdeaqua e che riproduce tutti gli esercizi sportivi da lui inventati, oggi alla base della moderna ginnastica. Sempre a lui è dedicato lo spettacolo “Arangelo Tuccàro. Un Aquilano alla Corte del Re di Francia”, una fantasia teatrale ideata, scritta e diretta da Rossana e Franco Villani, che si terrà domani alle ore 17.00 nell’Auditorium “Gen. Florio” della Scuola della Guardia di Finanza.

Cooperativa Sociale Coopselios – Reggio Emilia – nei progetti della Fabbrica del Sorriso

“Integrati… a regola d’arte. Percorsi di scambio nella diversità fra scuola e città!”.

Questo il titolo del progetto a favore di minori in condizioni di disagio che verrà finanziato con la raccolta fondi Fabbrica del Sorriso della Fondazione Mediafriends Onlus. Sostegno nell’apprendimento scolastico, laboratori artistici, attività espressive, percorsi di integrazione nelle città: alcune fra le attività che verranno realizzate nei servizi gestiti da Coopselios in Val di Magra e a Piacenza.

 

Cooperativa Sociale VERDEAQUA NUOVI ORIZZONTI – L’AQUILA – Invito eventi conclusivi progetto sulla coesione sociale “LO SPORT PER INIZIARE UNA STORIA…”

Il dopo terremoto, come ogni altro evento che cagiona sofferenza e lutto, ha portato momenti di riflessione sul passato, a tutto ciò di ricco e importante che non era stato considerato riguardo alla propria città e alla propria cultura. Questo sentimento, unito alla possibilità di verificare personalmente le abitudini e la cultura di altri luoghi, a causa del  lungo periodo di soggiorno obbligato presso le zone costiere abruzzesi, è stato rafforzato e nobilitato ancor più intensamente dalla consapevolezza di quanto perso. Da qui il bisogno di ridestare il senso di valore del  proprio territorio e della propria cultura e la necessità di evitare  la grave dispersione della popolazione, la mancanza di punti di aggregazione dei giovani prima rappresentati dal centro storico, l’emarginazione delle persone anziane e svantaggiate.

L’idea, quindi, del progetto “Lo SPORT per iniziare una storia…” nasce da necessità e sentimenti.

Unire storia, teatro e sport poteva essere un modo per ricordare il proprio territorio e la propria storia, avere la possibilità di avvicinare giovani ad anziani e persone svantaggiate ricreare un piccolo tessuto del nostro territorio, un quadretto di stoffa colorata per iniziare a chiudere un grande strappo…

La storia di Arcangelo Tuccaro ha offerto la possibilità di inventare una storia…. una storia aquilana i cui protagonisti e spettatori saranno gli aquilani stessi insieme alle figure più deboli e colpite dal territorio,  come reazione al grave evento sismico che rischia di sommergere di detriti e rovine molto più di quanto già  fatto. Questi obiettivi sono, dunque, i motori ispiratori dei due eventi previsti per il 17 e 18 Marzo p.v.,  con i quali si chiude il progetto sulla coesione sociale, realizzato con il sostegno del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

Invito