Progetto Erasmus + “Consistent ways”

logo_erasmus_plus

Presentazione del Progetto Erasmus + “Consistent ways”

Il progetto nasce dall’impegno sul tema della transizione dal mondo della scuola o della formazione professionale a quello del lavoro che il Comune di Gera ha profuso negli ultimi anni con studi ed eventi specifici.

Le attività promosse dalla città di Gera nel biennio 2012-2013 hanno, quindi, posto le basi per i primi confronti e scambi delle buone prassi tra i partecipanti provenienti da Danimarca, Finlandia, Polonia, Svezia e Olanda. Si è fatta così sempre più impellente la necessità di coinvolgere esperti dei più svariati campi per considerare l’argomento della transizione scuola/formazione professionale/lavoro da ogni prospettiva possibile.

Dalla condivisione dei risultati rilevati con le valutazioni ed analoghe esperienze del partenariato, sono stati individuati alcuni specifici obiettivi che si ritiene funzionali per migliorare la situazione esistente e strutturare una prassi condivisa a livello europeo.

I bisogni individuati dai partecipanti sono i seguenti:

– migliorare il collegamento tra stakeholder e mondo delle imprese per permettere un più specifico collocamento dei giovani nell’offerta educativa e/o lavorativa

– valorizzare e potenziare politiche di networking

– promuovere l’adozione di metodiche basate su progetti personalizzati in sintonia con i bisogni dei giovani.

Sulla base di tali necessità, delle esperienze maturate negli ultimi anni e delle attuali statistiche, tre sono i campi d’azione individuati da parte dei partner del progetto:

1) Prevenzione dell’abbandono scolastico prematuro

I partner si impegnano a contribuire alla diminuzione del tasso di abbandono scolastico prematuro nei paesi aderenti e nell’Unione Europea.

2) Prevenzione dell’abbandono dell’istruzione professionale

3) Creazione di una rete e di strutture per il miglioramento della transizione scuola/formazione professionale/lavoro

Esistono strutture mirate per questo passaggio in tutti i paesi partner, ma molto spesso risultano inefficaci in quanto non personalizzate e non predisposte per accogliere i reali bisogni dei giovani. Le autorità locali e gli stakeholders devono , dunque, cooperare per incontrare le necessità del mondo giovanile al fine di creare offerte utili e soluzioni su misura.

In tal senso, scopo generale del progetto è la promozione di una analisi e di un ulteriore sviluppo delle strutture a supporto della fase di transizione educazione/lavoro laddove già esistenti nei paesi europei al fine di individuare buone prassi e renderle trasferibili e replicabili nei singoli paesi.

Le funzioni educative di famiglia, scuola dell’infanzia, scuola, università ed agenzie professionali possono essere riviste e ristrutturate in piena armonia tra loro in modo da rendere il processo di transizione tra le varie aree educative il più facile e trasparente possibile.

Di conseguenza, le misure adottate dovrebbero aiutare a:

 diminuire la disoccupazione giovanile

– creare una rete di supporto per i giovani

– accrescere l’interesse per l’istruzione tra i giovani e le loro famiglie

– creare una struttura di trasferimento delle esperienze e delle innovazioni

“Consistent ways” è anche su:

fb-logo  linkedin

Descrizione dei partner del progetto

Organizzazione capofila – Città di Gera (Germania)

Gera è una città extracircondariale di 98.496 abitanti della Turingia orientale, in Germania. È posizionata nei pressi di aree economiche quali la Sassonia_Anhalt, Baviera e Repubblica Ceca, nonchè vicino alle grandi città di Lipsia, Chemnitz, Erfurt, Dresda e Norimberga. In virtù della politica di pareggiamento finanziario sostenuta dalla Turingia, per la città di Gera vengono stanziati idonei finanziamenti a ciò rivolti.

Diverse sono le sfide che la città di Gera si prepara ad affrontare nel prossimo futuro. Esse riguardano lo sviluppo globale da un lato ed il fronte locale dall’altro con tematiche quali il cambiamento economico, sociale ed in particolare demografico. Strumento centrale a sostegno di tale prospettiva di sviluppo è l’ISEK GERA2030 (Concept di sviluppo urbano integrato) basato sul coordinamento di decisioni politiche ed azioni amministrative.

Un contributo essenziale è rappresentato dalla promozione delle opportunità di formazione professionale con la conseguente nascita di nuovi giovani professionisti nei diversi settori. In questo senso, la città di Gera porta avanti sin dal 1995 progetti nel panorama internazionale del lavoro giovanile e della formazione extracurriculare giovanile. La città di Gera ha inoltre partecipato nel periodo 2004-2006 in qualità di partner al programma EU URBACT sul tema: “Giovani – dall’esclusione all’inclusione”.

Consorzio Cooperative Sociali SGS (Italia)

SBBS Technik Gera (Germania)

L’agenzia formativa SBBS Technik Gera forma 1000 tra tirocinanti ed allievi nel campo della tecnologia automobilistica, della metallurgia e dell’elettrotecnica. I tirocini si svolgono in cooperazione con delle aziende e sono 60 gli insegnanti attualmente operanti nelle diverse strutture sparse in tutta la città di Gera. Integrazione e moderazione, uso di moderne piattaforme di comunicazione ed apertura verso le novità insieme con  una grande sensibilità interculturale sono le loro competenze chiave per la partecipazione ai progetti internazionali.

Città di Malmo (Svezia)

L’istituto di istruzione per adulti di Malmo-Sordervan appartiene al complesso di Malmo e conta circa 3000 studenti ripartiti tra i diversi corsi erogati dalla scuola:

– Svedese per gli immigrati – SFI

– Istruzione primaria per adulti

– Istruzione secondaria superiore per adulti

– Corsi per soggetti affetti da malattie mentali e psichiche

– E2C: “Second Chance School” (Scuola delle seconde opportunità)

L’E2C è un progetto promosso dalla Commissione Europea per fronteggiare la disoccupazione giovanile. É rivolto ai giovani tra i 20 ed i 30 anni che non possiedono diploma o qualifica professionale e che, per questo, non avrebbero alcuna chance nel mercato del lavoro. L’obiettivo dell’E2C è quello di accrescere il fattore motivazionale in questi giovani dando loro l’opportunità di valorizzare le proprie abilità nell’ambito scolastico e sociale. Molti di loro sono reduci da esperienze negative con la scuola e per questo motivo è bandito qualsiasi approccio tradizionale e teorico nell’insegnamento che, invece, si svolge in piccoli gruppi, focalizzando l’attenzione sui punti di forza di ciascun alunno e creando obiettivi concreti per avere un’idea reale di quello che è il mondo del lavoro all’esterno.

Scuola primaria “Am Bieblacher Hang” di Gera (Germania)

La scuola primaria “Am Bieblacher Hang” si struttura in quattro annualità con, ad oggi, 145 alunni frequentanti di cui il 22% originari di altre nazioni. Gli insegnanti sono 11, di cui un insegnante di sostegno, e 7 sono gli operatori per l’infanzia di cui un esperto in educazione specialistica.

Scuola statale 12 di Gera (Germania)

La scuola statale 12 di Gera conta 380 studenti piuttosto eterogenei in termini di background sociale, abilità di apprendimento ed abitudini. Il corpo docente è costituito da 31 insegnanti, 2 pedagogisti, 1 assistente sociale e 2 ulteriori assistenti. L’istituto utilizza una pratica basata sull’orientamento al lavoro. Il concetto consiste nella cooperazione obbligatoria tra la scuola, i centri per l’impiego, aziende ed i servizi educativi della Camera dell’Artigianato di Gera. Ulteriori collaborazioni sono previste con i fondi di assicurazione sanitaria, le forze armate federali e le scuole professionali.

Istituto Comprensivo n°1 di San Salvo (Italia)

A seguito del nuovo assetto delle Istituzioni Scolastiche della Provincia di Chieti, nel piano di dimensionamento disposto con Delibera della Giunta Regionale è stato creato l’Istituto Comprensivo Statale n°1 di San Salvo.  La presenza dei tre livelli d’istruzione (scuola d’infanzia, primaria e secondaria di primo grado) assicurano cooperazione e continuità grazie alla relativa stabilità del personale docente che garantisce un’unità d’azione nell’erogazione della didattica.

Rijn Ijssel College (Olanda)

Rijn Ijssel College è un istituto di formazione professionale sito nella città di Arnhem. Gli studenti coinvolti nel programma sono 15.500: 2500 impegnati nei corsi per adulti e 13.000 nella formazione professionale. 1300 sono le unità di personale presenti. L’istituto è organizzato in 5 settori, ognuno focalizzato su specifiche aree professionali: Tecnologia, Salute e Sport, Economia e Cura della bellezza, Hotel/Catering e turismo, Arte Cultura e Media. L’istituto Rijn Ijssel College vanta una vasta esperienza nel campo dei progetti europei come il Lifelong Learning, progetto Comenius, Leonardo da Vinci ed il progetto Erasmus + a cui sta attualmente partecipando.

2GetThere (Olanda)

2GetThere è una rete di coaching giovanile peer-to-peer (rete paritaria) formata da 13 coach di età compresa tra i 20 ed i 30 anni. I giovani coach fungono da consulenti personali per gli altri giovani coinvolti nel programma. Essi rappresentano il ponte necessario per far tornare i ragazzi che hanno perso fiducia nelle loro capacità e nel futuro nel mondo del lavoro e/o della scuola. Un grande sforzo è stato compiuto per creare un team di coach selezionato ed eterogeneo non solo a livello culturale ed etnico ma anche in termini di genere, età e background formativo.

Istituto Kalevalan (Finlandia)

L’istituto Kalevalan include istruzione primaria e secondaria. Vanta una consolidata esperienza di integrazione con studenti disabili, in particolare con forme di autismo o di disfasia. Le discipline artistiche ed anche musica e ballo rivestono un ruolo importante come metodo pedagogico. L’istituto ha inoltre partecipato a diversi progetti internazionali (Programma Comenius).